Novecento addio

recensione di Michele Trecca

È nostra convinzione che la credibilità di un romanzo dipenda dalla sua coerenza interna e non da una presunta corrispondenza fra i fatti narrati e la realtà al di là della pagina. Comunque, In tempo di guerra di Concita De Gregorio, che se è romanzo è anche molto di più, ha l’una e l’altra qualità. E inoltre una forma narrativa agile, moderna, accattivante. Stella premio, assolutamente.

Continua a leggere

C’è chi dice No

recensione di Michele Trecca

Quando il gioco si fa duro e gli umili cominciano a giocare, allora la partita narrativa diventa incandescente e tu che leggi non riesci più a stare quieto sugli spalti. Vorresti scendere in campo e fare la tua parte. Il giuramento di Claudio Fava fa venire proprio questa voglia. Già a pagina cinquanta. Lo giuriamo. Continua a leggere

Gabriella Greison in libreria

Fisica, scrittrice, giornalista e attrice teatrale: tra gli ospiti più attesi di questo 2020
La rockstar della fisica, Gabriella Greison. Einstein Forever: una dichiarazione d’amore
Venerdì 28 febbraio, ore 19, libreria Ubik. L’autrice per la prima volta a Foggia con il suo nuovissimo libro
Nel pomeriggio, incontro con gli studenti a San Giovanni Rotondo. Sabato 29, appuntamento al Liceo Lanza

“Non c’è Che’ Guevara, non c’è Madonna che possa eguagliare ciò che rappresenta Albert Einstein: questo libro è la mia dichiarazione d’amore definitiva nei suoi confronti”. Il taglio è quello di chi sa narrare come in un romanzo ciò che romanzo non è: la scienza e gli scienziati, il pensiero e la loro vita. Tanto sui libri che, persino, a teatro. Gabriella Greison, fisica, scrittrice, giornalista e attrice teatrale, è senza dubbio tra gli ospiti più attesi di questo 2020 firmato Ubik: venerdì 28 febbraio, alle ore 19, l’autrice presenta il suo nuovissimo libro dal titolo Einstein Forever (Bollati Boringhieri, gennaio 2020) nello spazio live della libreria di Piazza U. Giordano, incentrato sugli ultimi ventidue anni di vita del più grande mito di sempre, trascorsi negli Stati Uniti d’America.

A conversare con l’intellettuale e divulgatrice, definita dal Corriere della Sera “La rockstar della fisica”, sarà la docente Carmen Talia. Inoltre, nel pomeriggio dello stesso giorno, ore 15, Gabriella Greison incontrerà gli studenti dell’Istituto Maria Immacolata di San Giovanni Rotondo, quale esito di un progetto-lettura realizzato dalla libreria Ubik. Infine, l’indomani, sabato 29 febbraio, ore 11, l’autrice sarà al Liceo classico V. Lanza di Foggia, protagonista del ciclo di incontri Lettura e oltre (evento aperto a tutta la cittadinanza).

Continua a leggere

Concita De Gregorio presenta “In tempo di guerra”

Torna dopo pochi mesi una delle personalità della cultura più importanti d’Italia
Tra atto d’accusa e manifesto, un po’ di futuro… Concita De Gregorio, In tempo di guerra
Sabato 22 febbraio, ore 17, nella Sala Rosa-Palazzetto dell’Arte di Foggia (Via Galliani, 1)
L’autrice e giornalista presenta il suo nuovissimo libro. Incontro a cura del Centro “Antonio Cederna” e di Ubik

“Io sono nato in un tempo di guerra mascherato da tempo di pace”. Chi lo dice? Marco, lo dice. A chi, lo dice? A Concita. Alla scrittrice e giornalista, intellettuale di riferimento, ma anche madre e donna versata nelle cose del mondo. Come? Scrivendole, ponendo quesiti, raccontando. Ed è da qui che ha inizio tutto: romanzo di formazione, cronaca famigliare, manifesto politico, In tempo di guerra (Einaudi, 2019) è tutto questo ma è soprattutto un atto d’accusa contro le generazioni che ci hanno lasciato in eredità un universo saturo e ostile.

Sabato 22 febbraio, alle ore 17, Concita De Gregorio presenta il suo nuovissimo libro nella Sala Rosa-Palazzetto dell’Arte “Andrea Pazienza” di Foggia (Via Galliani, 1), ospite del Centro Studi e Ricerche Diritto dell’Ambiente “Antonio Cederna” in sinergia con la libreria Ubik. Dopo la splendida serata dello scorso 19 settembre, quando è intervenuta a Questioni Meridionali, l’autrice, tra le personalità culturali più influenti in Italia, ritrova a distanza di pochi mesi il pubblico di Capitanata.

Continua a leggere

Claudio Fava presenta “Il giuramento” – Leggo QuIndi Sono

Il secondo di cinque titoli selezionati, incontro con i lettori e gli studenti
Leggo QuIndi Sono, tocca a Claudio Fava. Storia di chi rifiutò “il giuramento” al Duce
A “Le giovani parole” lo scrittore siciliano, figlio del giornalista antimafia Pippo Fava

Venerdì 21 febbraio, ore 11, incontro con le scuole al Teatro Giordano. Ore 19, Ubik

“Tutti i docenti universitari del regno dovranno consegnare nelle mani del magnifico rettore un giuramento di solenne fedeltà al Re, ai suoi Reali successori e al Duce, e di esercitare l’ufficio di insegnante col proposito di formare cittadini operosi, probi, devoti alla Patria e al Regime Fascista”.

Se l’Italia accademica è riuscita a salvare la faccia, lo deve a una dozzina di docenti che rifiutarono il giuramento del 1931, uno dei più vili atti della parabola fascista. Tra questi, ci fu Mario Carrara: alla sua figura è ispirato il romanzo di Claudio Fava, secondo autore su cinque della V edizione di Leggo QuIndi Sono, premio-concorso Le giovani parole 2020, rivolto a studenti e lettori di Capitanata.

Venerdì 21 febbraio, ore 11, lo scrittore e giornalista siciliano – figlio di Pippo Fava, intellettuale ucciso da Cosa Nostra nel 1984, nonché sceneggiatore del film I cento passi – incontra gli allievi di ben tre istituti scolastici al Teatro U. Giordano di Foggia: le scuole foggiane B. Pascal e G. Marconi, e il Giordani di Monte Sant’Angelo. Al centro della mattinata, la presentazione del suo romanzo dal titolo Il giuramento (Add editore, 2019) il quale, dopo il consueto incontro pomeridiano a cura del CSV di Foggia presso la Casa Circondariale, alle ore 19 sarà presentato anche nello spazio live della libreria Ubik. L’indomani, infine, sabato 22 febbraio, ore 11, a conclusione di questo secondo giro di appuntamenti nelle scuole aderenti a LQS, Claudio Fava presenterà il suo libro anche all’Istituto P. Giannone di San Marco in Lamis.

Continua a leggere

Burhan Sönmez torna in libreria con “Labirinto”

L’ospite internazionale del mese, autore tradotto in più di trenta lingue
L’identità di un uomo, se la memoria sfuma… Nel “Labirinto” di Burhan Sönmez
Martedì 18 febbraio, ore 19, Ubik. Due anni dopo, torna l’autore turco di Istanbul, Istanbul
Lo scrittore, tra le voci più importanti e dissidenti della Turchia di oggi, presenta il suo nuovo romanzo

“Per sfortuna ti sei salvato, ma per fortuna hai perso la memoria”. Forse è questa la condizione giusta per Boratin Bey, musicista turco che si risveglia privo di ricordi dopo aver tentato il suicidio dal Ponte del Bosforo. È bello, suona e canta la chitarra meglio di chiunque, è amato dalla gente, eppure… Eppure non ricorda, non conosce il motivo di quel tuffo, di quel “muovere le braccia come se avesse le ali”.

Dopo Istanbul, Istanbul (Nottetempo, 2017), libro di successo presentato all’interno dell’edizione 2017 della rassegna estiva Libri & Dialoghi (spin-off di Questioni Meridionali), martedì 18 febbraio, alle ore 19, Burhan Sönmez, uno degli autori più importanti e dissidenti della Turchia di oggi, ritrova il pubblico della libreria Ubik. Al centro dell’incontro c’è il suo nuovo romanzo, Labirinto (Nottetempo, 2019), ancora una volta ambientato nella magica città turca che, questa volta, fa da sfondo ad un interrogativo universale: realmente la memoria è anche la nostra identità più pura?

A conversare con lo scrittore di Ankara, tradotto in più di trenta lingue e vincitore di numerosi premi, sarà il direttore artistico della libreria, Michele Trecca. Si ringrazia per la disponibilità e la competenza il docente Emanuele Iorio, chiamato a interpretare dall’inglese le parole dell’ospite della serata.

Continua a leggere