Paola Peretti, “La distanza tra me e il ciliegio”

Un caso editoriale internazionale, al momento della pubblicazione tradotto in 20 paesi
Chiudere gli occhi, guardare lontano. Paola Peretti, l’urgenza di scrivere
Martedì 22 gennaio, ore 19, spazio live della libreria Ubik di Foggia. Mercoledì 23 gennaio, al Liceo Lanza

L’autrice, affetta da una grave malattia agli occhi, presenta il suo La distanza tra me e il ciliegio (Rizzoli).

“Sto diventando cieca. Questa è la fredda, dura verità”. Proprio come la protagonista del suo romanzo d’esordio, Paola Peretti soffre di una grave malattia agli occhi e sente tutta l’urgenza di dover scrivere, raccontare, rivelare. Ma nelle sue parole non c’è traccia di disperazione, poiché ciò che le sta accadendo è solo “un cambio di prospettiva, non una mancanza: spesso nella vita perdere qualcosa significa acquistare altro, una forza più grande”.

Caso editoriale internazionale, tradotto in 20 paesi, La distanza tra me e il ciliegio (Rizzoli, 2018) è una delle storie più forti e cariche di emozioni di questa stagione narrativa: martedì 22 gennaio, alle ore 19, l’autrice lo presenta nello spazio live della libreria Ubik di Foggia, conversando con la docente Mariolina Cicerale. L’indomani, mercoledì 23 gennaio, alle ore 11, Paola Peretti incontra gli studenti del Liceo classico V. Lanza, protagonista di un nuovo appuntamento con gli Incontri Extravaganti. “Voglio scrivere. Non posso più aspettare – ha detto l’autrice in una recente intervista – ho gli occhi nelle mani, e quando scrivo vedo meglio anche con la testa”.

Continua a leggere

Natale Cassano presenta “Inseguire un fantasma”

Riprendono gli incontri nel presidio culturale di Piazza U. Giordano
Inseguire un fantasma. Il noir di Natale Cassano
Venerdì 18 gennaio, ore 19, spazio live della libreria Ubik di Foggia. Ecco il primo appuntamento del 2019
Il giovane scrittore pugliese presenta il suo libro. Conversa con l’autore, Massimiliano Nardella (FoggiaToday)
Un noir sui generis, un viaggio picaresco alla ricerca della verità di una famiglia e di una storia solo apparentemente sepolta: tutto ruota attorno ad un’assenza, quella di una madre, la cui figura riemerge dal passato diventando la vera protagonista della vicenda. Riprendono gli incontri con gli autori nello spazio live della Ubik di Foggia: il primo appuntamento del 2019 è con un giovane giornalista e scrittore pugliese, Natale Cassano, in occasione del suo ultimo romanzo dal titolo Inseguire un fantasma (Eretica Edizioni, 2018).
Venerdì 18 gennaio, alle ore 19, l’autore incontra il pubblico della libreria per presentare il suo libro, un thriller dal ritmo vorticoso e in grado di abbracciare più epoche storiche, muovendosi su piani narrativi distinti e tra loro interconnessi. A conversare con l’autore sarà il direttore della testata FoggiaToday, Massimiliano Nardella.

Continua a leggere

Feedback, Leonardo Follieri

Un breve video dell’incontro con Leonardo Follieri, Rock & Arte

Sembrava di essere a un concerto. Anzi, a pensarci bene, un po’ è stato così: una presentazione-concerto con tanto di battimani finale da parte del numerosissimo pubblico, più che divertito da una performance artistica luminosa con protagonista Leonardo Follieri, l’autore del volume Rock & Arte. A sostenere l’autore e critico musicale, come riportato in questo breve feedback video della serata, la chitarra e la voce di Lucio Pentrella

Quello edito da Hoepli, prestigiosa e specializzata casa editrice, è uno di quei regali in grado di lasciare il segno, soprattutto se il destinatario è un appassionato di musica rock: un’idea tutt’altro che banale, grazie ad un taglio assolutamente originale in grado, per dirla con l’autore, di raccontare questo genere musicale in un modo “diversamente romantico”.

È il Sud, bellezza

domenica 18 novembre ore 19

«Tu non conosci il Sud», ammoniva in un suo celebre verso Vittorio Bodini. Ebbene, chi sia in questa condizione oppure chi senta «eternamente implacato» (sempre Bodini) il bisogno di rinsaldare la propria appartenenza affettiva alla nostra terra può leggere con cuore grato e commosso Gente del Sud di Raffaello Mastrolonardo perché nelle fluviali 774 pagine dell’autore barese ritrova «le case di calce / da cui uscivamo al sole come numeri / dalla faccia d’un dado», di cui parla Bodini nel prosieguo di quella sua poesia, ma trova anche tanto altro. Continua a leggere

Prima di Hollywood, la “fiumara”

recensione di Michele Trecca

C’è capitato tempo fa, all’inizio degli anni duemila, di conoscere e frequentare Marcello Fonte, l’autore di Notti stellate che allora era Marcellino, e basta, il suo cognome l’abbiamo imparato da poco. Marcellino, però, a dispetto del diminutivo, era un grande: per la sua dignitosa, creativa e tenace guerra di resistenza nella trincea di Roma, dove sopravviveva – come ricorda nel capitolo finale del suo libro – occupando abusivamente una cantina, che era per lui casa e anche privatissimo set, con le pareti tappezzate di frasi e poster di film e divi vari, tipo Di Caprio in Gangs of New York, e specchi e costumi per truccarsi e provare un po’ di pose. La mattina, poi, il bagno era quello del bar con la scusa del caffè e dopo, alla casa dello studente, bucato e doccia intanto che asciugavano i panni. Continua a leggere