Leggo QuINDI Sono

Cinque scrittori “pescati” tra cinque case editrici indipendenti
Cinque momenti di confronto tra gli autori e gli studenti delle scuole
Un concorso con un premio finale per il vincitore de “Le giovani parole”
Votano i ragazzi che aderiscono a LQS: basta comprare un libro per leggerne cinque

Il progetto-concorso “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole”, patrocinato dagli Assessorati all’Istruzione e alla Cultura del Comune di Foggia, dall‘Ufficio Scolastico Regionale e dalla Fondazione Monti Uniti di Foggia, propone, in questa terza edizione, cinque libri scelti fra una rosa di 12, tutti pubblicati da piccole e medie case editrici indipendenti: Appunti per un naufragio di Davide Enia, edito da Sellerio; Un’imprecisa cosa felice di Silvia Greco, edito da Hacca Edizioni; Il ritrovo degli inutili di Paola Camoriano, edito da Tunué; Santamamma di Giulio Cavalli, edito da Fandango; Non contate su di me di Antonio Schiena, edito da Watson.

I titoli in concorso verranno presentati dai rispettivi autori in altrettanti incontri organizzati da LQS nell’arco dell’anno scolastico, presso le scuole aderenti al progetto e alla libreria Ubik di Foggia, a partire dal mese di gennaio 2018. La giuria che decreterà il vincitore sarà costituita dagli studenti delle scuole medie superiori di Foggia e provincia iscritti alla manifestazione.

Al momento, oltre agli istituti “C. Poerio” e “B. Pascal” di Foggia, fondatori della prima edizione, fanno parte del concorso Le giovani parole 2017/18 gli studenti delle scuole superiori  “Giordani” di Monte Sant’Angelo e “Pietro Giannone” di San Marco in Lamis.

Anche durante l’anno scolastico, pertanto, gli alunni degli istituti di Capitanata potranno aderire al concorso (previa compilazione del modulo opportunamente firmato dal dirigente e da un docente di riferimento) e dare la propria preferenza al termine della lettura dei cinque romanzi selezionati, unica condizione imprescindibile per prendere parte a “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole 2016/2017”.

 

PERCHE‘ ADERIRE A LQS – LEGGO QUINDI SONO?

L’associazione di volontariato culturale LQS è aperta a tutti, non solo agli studenti. La libreria Ubik, infatti, sostiene l’associazione offrendo a chi aderisce ad essa uno sconto del 10% su ogni titolo acquistato, l’uso del proprio spazio Live per incontri fra gruppi di lettori e l’informazione circa le attività della libreria e dell’associazione attraverso la propria newsletter e tutti i relativi canali di informazione. Inoltre, sostiene iniziative e manifestazioni che i soci aderenti proporranno in favore della promozione della lettura e della cultura.

COME FUNZIONA?

1. Ci si tessera in libreria con la stessa modalità della ubik card: registrazione virtuale, nessuna tessera cartacea. L’adesione è nominale (la libreria si riserva di chiedere un documento di identità)
2. A chi è già registrato viene aggiunta la sigla LQS17, la cui adesione va rinnovata ogni anno, affinché lo sconto del 10% vada in automatico su ogni acquisto.
3. Chi non ha ancora raggiunto il bonus di 5euro (come previsto dalla Ubik Card) può continuare ad accumulare fino al raggiungimento del minimo per poi passare allo sconto fisso del 10%, oppure rinunciare a quanto già accumulato e passare subito al nuovo sconto fisso: in questo caso lo sconto maturato si scala dalla somma dovuta per l’iscrizione. O, ancora, decidere di raggiungere il bonus, utilizzarlo, e poi passare alla nuova formula LQS.
4. L’iscrizione a LQS costa 3euro per gli studenti e 10 euro per gli adulti e ha valore annuale (in questo caso per tutto il 2017).
5. A partire dal 25 ottobre 2016, in libreria, sarà possibile aderire ad LQS.