A San Marco in Lamis, il libro sulla mafia del Gargano

Pagine d’Autore, l’evento clou della rassegna: Giuliano Foschini, Ti mangio il cuore
Una giornata dedicata alla commemorazione dei fratelli Luciani, assassinati dalla malavita nel 2017.
Con Don Luigi Ciotti, l’Arcivescovo Pelvi e l’autore del libro sulla mafia del Gargano

Venerdì 9 agosto, a due anni dalla strage che uccise Luigi e Aurelio Luciani, a San Marco in Lamis, Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie organizza una giornata di memoria e di confronto. Si comincia alle ore 8, infatti, con un momento di riflessione e commemorazione presso la stele innalzata nella vecchia stazione di San Marco in Lamis, luogo in cui è avvenuta la strage, con interventi delle Istituzioni, dei familiari e le conclusioni di don Luigi Ciotti, presidente di Libera. Il pomeriggio poi, alle ore 18.30, presso la chiesa della SS. Annunziata, l’arcivescovo della Diocesi di Foggia-Bovino, Mons. Vincenzo Pelvi, presiederà la celebrazione eucaristica in ricordo dei fratelli Luciani.

A seguire, dalle ore 20, in Piazza Madonna delle Grazie, all’interno della rassegna “Pagine d’Autore” curata dall’associazione cuoriAperti e diretta dalla docente Carla Bonfitto, si terrà la presentazione del libro Ti mangio il cuore alla presenza dell’autore Giuliano Foschini, delle vedove Luciani e con un momento conclusivo a cura del presidio di Libera di San Marco in Lamis. Una giornata necessaria, per continuare a tenere accesa la memoria dei Luciani e per rilanciare l’impegno sul territorio, già sfociato lo scorso inverno nella costituzione del presidio cittadino intitolato ai due fratelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...