Leggo Quindi Sono: 535 studenti! Antonio Schiena apre il giro di autori

Il primo di cinque autori selezionati incontra lettori e alunni delle scuole di Capitanata
Leggo QuIndi Sono, la “carica” dei 535 studenti. Il giovane Antonio Schiena apre il giro di incontri
“Record” di adesioni per “Le giovani parole” 2018, il concorso rivolto agli studenti

Il 24 e 25 gennaio, al “Giannone” di San Marco in Lamis, “Pascal di Foggia e Ubik

Parte la giostra letteraria di Leggo QuIndi Sono, terza edizione del premio-concorso Le giovani parole, la manifestazione che porta gli studenti delle scuole superiori di Capitanata a leggere, incontrare e votare il miglior autore tra cinque selezionati tra le case editrici indipendenti italiane. Al via gli incontri con i cinque scrittori che, da quest’anno, dovranno confrontarsi con ben 535 studenti-giurati, stando al nuovo record di adesioni raggiunto (lo scorso anno furono 284).

Oltre alle scuole fondatrici – “Pascal” e “Poerio” di Foggia – e a quelle che hanno partecipato all’edizione 2017 – “Giordani” di Monte Sant’Angelo e “Giannone” di San Marco in Lamis – si sono aggiunte, infatti, anche le scuole “Notarangelo-Rosati” di Foggia e “Virgilio” di Vico del Gargano: i cinque autori, da gennaio a maggio, saranno ospiti degli istituti coinvolti. Inoltre, oltre a presentare i propri libri nello spazio live della libreria Ubik (partner della manifestazione), gli scrittori incontreranno anche i detenuti dell’istituto carcerario di Foggia, grazie alla riproposizione dell’iniziativa Lib(e)ri dentro a cura del CSV Foggia.

Ad aprire ufficialmente il giro di appuntamenti è il giovane autore Antonio Schiena con il suo romanzo Non contate su di me (Watson edizioni, 2016), coinvolto in una due-giorni tutta da seguire: mercoledì 24 gennaio, alle ore 18, lo scrittore presenta il suo libro nel Teatro dell’Istituto P. Giannone di San Marco in Lamis, peraltro sua città d’origine, incontrando gli studenti aderenti al concorso e i lettori del comune garganico. L’indomani poi, giovedì 25 gennaio, alle ore 11.15, l’autore è ospite del Pascal di Foggia mentre, in serata, alle ore 18.15, presenta il suo romanzo nello spazio live della Ubik, incontrando i lettori e le delegazioni di studenti del Poerio e del Giordani di Monte Sant’Angelo. Alle ore 15 inoltre, sempre del 25 gennaio, previsto l’incontro con il gruppo di lettura dei detenuti della Casa Circondariale di via delle Casermette.

Non contate su di me (Watson Edizioni, 2016). Primo è un ragazzo solitario e riservato. Nei momenti più bui della sua vita, si è sempre affidato alla scrittura per sfogarsi e andare avanti. Un giorno però ritrova una lettera scritta dal padre, prima che morisse, e le sue certezze si sgretolano. Deluso da tutto, afferra i suoi appunti e sale sul tetto del palazzo per farne un falò. Qui incontra Futura, una ragazza dall’aria ingenua e indifesa che, in piedi sul parapetto, sta per gettarsi di sotto.

Primo non ha la vocazione dell’eroe, anzi il cinismo che lo contraddistingue lo porta a scrollare le spalle di fronte a quella scena, proseguendo nell’intento di bruciare gli scritti che per anni ha custodito nella sua stanza. Futura però aspettava solo qualcuno a cui aggrapparsi. Inizia così a essere una presenza fissa nella vita di Primo, che invece non vuole alcun legame con lei e deve barcamenarsi fra uno strano sentimento non corrisposto per D e il coinquilino, Elia, che si sta lentamente distruggendo a causa del vortice malato in cui il suo compagno Riccardo lo sta trascinando. Quando, una notte, Primo e Futura troveranno il corpo senza vita di una giovane ragazza, Primo capirà che rimanere uniti è l’unica possibilità per affrontare la vicenda e che è arrivato il tempo di agire.

Antonio Schiena. Nato a San Marco in Lamis, risiede a Roma ormai da molti anni. Blogger, ha dato vita alla pagina Facebook Antipatia gratuita, tra le più seguite in Italia, con oltre 450 mila fan. È autore dei libri È liberami dalla gente. Amen, Un gioco da ragazzi e Il mondo perfetto di mister Owen, tutti pubblicati dalla casa editrice Watson.
.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...