Marcello Veneziani in libreria, “Alla luce del mito”

Civiltà, mitologia e “vita superiore”: i temi di un interessante fuoriprogramma
Guardare il mondo con occhi del mito. Marcello Veneziani presenta il suo nuovo libro
Lunedì 13 febbraio, ore 19, Ubik di Foggia. Il noto intellettuale presenta Alla luce del mito, edito da Marsilio
Una riflessione sull’attualità storica attraverso gli occhi di un importante pensatore contemporaneo

veneziani-locandina-altri

Dalla filosofia politica, suo campo d’eccellenza tanto da farne uno dei pensatori più seguiti in Italia, alla riflessione sui temi esistenziali che da sempre affascinano gli uomini, in una chiave nuova in grado di fondere antico e moderno, adattandone gli insegnamenti. È il percorso naturale che ha portato Marcello Veneziani, intellettuale di spicco sempre al centro della scena contemporanea italiana, alla realizzazione del suo ultimo, interessante libro, dal titolo Alla luce del mito (Marsilio, 2017), oggetto della presentazione di lunedì 13 febbraio, alle ore 19, nello spazio live della libreria Ubik.

L’autore, infatti, per la prima volta nel presidio culturale di Piazza U. Giordano, incontra i lettori di Capitanata, conversando con il docente Lorenzo Scillitani, cui è affidata l’introduzione dell’opera. Durante la serata, l’attore Gaetano Doto leggerà alcuni brani tratti dal libro di Marcello Veneziani.

Alla luce del mito. Guardare il mondo con altri occhi (Marsilio, gennaio 2017; 160 pagine). Il mito è il racconto sorgivo sulla nascita della vita, del pensiero e del mondo, che si esprime nella parola e nel silenzio, nell’arte e nella preghiera, nel gioco, nel canto e nella poesia elementare della vita. Non è verità né illusione, abita su un altro piano: è ordine nella bellezza. Sul mito si fondano la storia, la politica, perfino il cinema e la pubblicità; mitico è l’amore e così l’infanzia. Quando però i miti sono negati, crescono al loro posto idoli e surrogati, come quelli che ci circondano oggi.

In questo libro Marcello Veneziani si propone di recuperare la dimensione autentica del mito per porlo al centro dell’esistenza e rispondere così a un desiderio profondo e diffuso di «vita superiore». Dopo la disfatta di religione e filosofia, per compensare lo strapotere della scienza e contendere la sovranità alla tecnica e alla finanza, non resta che affidarsi al «mitopensiero».

Senza miti, infatti, la vita non è affatto più libera, più autonoma, più razionale; solo più povera, più insensata, più labile. All’uomo di oggi – scrive Veneziani – «il mito non offre profitti ma fondamenti, non assicura vantaggi ma significati. Dona bellezza, irraggia gli eventi e illumina i volti».

Marcello Veneziani. Nato a Bisceglie, vive tra Roma e Talamone. Proviene da studi filosofici. Ha fondato e diretto riviste, ha scritto su vari quotidiani e settimanali. È stato commentatore della Rai. Si è occupato di filosofia politica scrivendo vari saggi tra i quali La rivoluzione conservatrice in Italia, Processo all’Occidente, Comunitari o liberal, Di Padre in figlio, Elogio della Tradizione, La cultura della destra e La sconfitta delle idee (editi da Laterza), I vinti, Rovesciare il 68, Dio, Patria e Famiglia, Dopo il declino (editi da Mondadori), Lettere agli italiani. È poi passato a temi esistenziali pubblicando saggi filosofici e letterari come Vita natural durante dedicato a Plotino e La sposa invisibile, e ancora con Mondadori Il segreto del viandante e Amor fati, Vivere non basta, Anima e corpo e Ritorno a sud. È ora in libreria Alla luce del Mito (Marsilio).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...