Eva Cantarella al Liceo classico Lanza

Incontro organizzato in collaborazione con la libreria Ubik
Eva Cantarella presenta Non sei più mio padre (Feltrinelli)
Il conflitto tra genitori e figli nel mondo antico
Venerdì 29 aprile, ore 11, al Liceo classico V. Lanza di Foggia
La più autorevole voce dell’antichità classica presenta il suo libro

CantarellaManif

Poche tappe in Puglia, un breve tour di interventi in tutto il territorio nazionale, con Foggia come meta scelta ad accogliere quella che può essere definita la più importante studiosa della civiltà e della cultura classica. Soprattutto se i termini di riferimento sono la storia antica e il suo diritto, ma anche l’ampio universo legato alla mitologia e alla letteratura classica.

Venerdì 29 aprile, alle ore 11, Eva Cantarella presenta nell’Aula Magna del Liceo classico V. Lanza di Foggia il suo ultimo lavoro edito da Feltrinelli e dal titolo Non sei più mio padre. L’incontro, condotto dalla docente Mariolina Cicerale, è organizzato in collaborazione con la libreria Ubik ed è aperto a tutta la cittadinanza.


Non sei più mio padre. Il conflitto tra genitori e figli nel mondo antico (Feltrinelli 2015). A fronte della crisi del concetto stesso di famiglia e di atroci episodi di cronaca che hanno scosso i parametri del rapporto genitori-figli, Eva Cantarella è venuta interrogandosi – forte dei suoi strumenti di studiosa del diritto e della cultura antica – sulla storia di quel rapporto che, insieme alla dinamica degli affetti, porta inevitabilmente con sé tensioni, conflitti, e molto spesso violenza. Questa conflittualità sembra legata alla sola modernità, ma affonda le sue radici lontano: nei miti teogonici, nella famiglia patriarcale, nelle storie, spesso sanguinose, che la letteratura testimonia con straordinaria evidenza; nella mitologia, nei poemi omerici e nella tragedia classica, dove il tema della famiglia diventa il teatro pieno d’ombre della ferocia, della vendetta, della ribellione.

Un teatro che, se a tutta prima parrebbe non implicare uno scontro generazionale, in realtà lo contiene, lo nutre, lo agita. Ecco allora che il conflitto, così presente nell’attuale agenda politica, si lascia leggere anche alle origini della nostra civiltà là dove i giovani entrano in rotta di collisione con la gerontocrazia. Secondo modalità e procedure che la lettura del mondo antico porta progressivamente alla luce. Una volta di più Eva Cantarella si rivela affascinante evocatrice di personaggi e di storie, da Crono, signore dei Titani, divoratore dei suoi stessi figli, a Teseo, il parricida che uccide il proprio figlio, da Telemaco l’obbediente a Ettore il saggio, sia come padre sia come figlio, dai ribelli Antigone e Oreste a Medea, madre assassina.

Eva Cantarella. Figlia del grecista e bizantinista siciliano Raffaele Cantarella, compie i suoi studi presso il Liceo Classico Cesare Beccaria di Milano. Nel 1960 si laurea all’Università di Milano e completa la sua formazione presso Università straniere (Berkeley, Heidelberg). Allieva del giurista Giovanni Pugliese, ha svolto attività accademica presso le Università di Camerino, Parma e Pavia oltreché all’Università del Texas a Austin e di quella di New York, della quale è stata visiting professor.

Ha pubblicato saggi sul diritto e su aspetti sociali del mondo greco e romano. Dal 1990 al 2010 è stata professore ordinario di istituzioni di diritto romano e di diritto greco antico all’Università statale di Milano. Attualmente è stata collocata a riposo per raggiunti limiti di età, a partire dal 1º novembre 2010. Il 2 luglio 2002 è stata nominata “Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana”, “motu proprio” del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...