Lorenza Ghinelli al Liceo V. Lanza

Lorenza Ghinelli presenta Almeno il cane è un tipo a posto (Rizzoli)
Un’autrice brillante che parla ai ragazzi ma anche agli adulti
Giovedì 25 febbraio, ore 10.30. Aula Magna del Liceo classico V. Lanza
Ricominciano gli Incontri Extravaganti, questa volta “a misura di ragazzo”

GhinelliManif

Protagonisti: i giovani. Davanti e dentro il libro. Preadolescenti e adolescenti. “Comici spaventati guerrieri”, per dirla alla Stefano Benni, volenti o nolenti posti a stretto contatto – e talvolta in rottura, com’è giusto che sia – con gli adulti, a loro volta altrettanto spaventati e comici ma forse, molto meno guerrieri di quello che danno a vedere.

È il “gioco” messo in atto da una scrittrice brillante e poliedrica: nel 2012 giallista di spicco inserita nella “cinquina” finalista del Premio Strega, quest’anno autrice di un romanzo per teen-ager dai toni più leggeri ma non per questo frivoli o superficiali. Giovedì 25 febbraio, alle ore 10.30, Lorenza Ghinelli presenta, nell’Aula Magna del Liceo classico V. Lanza, il romanzo Almeno il cane è un tipo a posto (Rizzoli, 2015), incontrando sia gli studenti liceali che alcune classi delle scuole medie di Foggia. Educatrice nella vita, abituata a confrontarsi con temi importanti come la violenza domestica e il bullismo, l’autrice converserà con la docente Mariolina Cicerale, organizzatrice degli Incontri Extravaganti dell’istituto foggiano.


Almeno il cane è un tipo a posto (Garzanti, 2015). Massimo non è uno sfigato: ce lo hanno fatto diventare. La colpa al novanta percento è di Vito. È lui ad avergli affibbiato il nomignolo di Minimo, e se ti danno quel soprannome negli spogliatoi della piscina, è difficile che gli altri pensino che il tuo è un problema di altezza o di torace stretto. Vito però ha un segreto, un segreto fatto di lividi e serate trascorse trincerato in camera sua, e Massimo, suo malgrado, sta per scoprirlo.

Poi c’è Celeste, divisa tra l’essere se stessa o trasformarsi in come mamma e papà la vorrebbero; Stefania, che desidera soltanto dimagrire; Margò, Che vive la sua estate da gigante prima di tornare hobbit a settembre. Intorno a loro, un’intera galassia di amici, parenti e adulti alle prese con una tempesta di incontri e scontri che nel corso di una manciata di giorni li cambierà per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...