Alessandro Maselli Del Giudice, “Vaffankulo Bridget Jones”

La favola moderna e ironica di uno scrittore (e medico) foggiano
Tra Roma e Foggia, la storia di Roman Jones
Il romanzo di Alessandro Maselli Del Giudice
Domenica 31 gennaio, ore 19.00, Spazio live della libreria Ubik di Foggia
L’autore presenta il suo libro Vaffankulo Bridget Jones edito da Il Castello

vaffbridgetjones

“Il mio romanzo è una favola moderna e ha una morale precisa: le cicatrici non vanno coperte, sono segni del nostro passato. Devono essere considerate come un valore aggiunto. Il mio romanzo è un inno alla vita, molto ironico.” Nelle parole dell’autore, tutto il piacere della scrittura e dell’idea di fondo da cui è nata questa storia disincantata e frizzante, ambientata tra Roma e Foggia, immortalata in un titolo scanzonato, di sicuro impatto: Vaffankulo Bridget Jones.

Domenica 31 gennaio, ore 19, Alessandro Maselli Del Giudice presenta il suo romanzo, edito dalla casa editrice Il Castello, conversando con l’editore e giornalista Antonio Blasotta nello spazio live della libreria Ubik di Foggia.

Un romanzo avvincente e ricco di colori, nel quale emergono le passioni dell’autore che, oltre ad avere la vocazione per la letteratura, è anche un affermato medico e pittore. La copertina del libro, infatti, richiama un particolare di un dipinto realizzato proprio da Alessandro Maselli Del Giudice. A dare risonanza al lavoro inoltre, le parole dell’autrice Lucia Torelli, inserite nel libro: “Squisito e delicato, ironico e disincantato; un romanzo dal quale ci si lascia volentieri coinvolgere ed appassionare; non solo per i suoi personaggi, moderni e vividi ma soprattutto per i sapienti incastri narrativi che trasformano la storia in un ricco e colorato mosaico di episodi ed emozioni”.

Vaffankulo Bridget Jones (Il Castello Edizionii, 2015). Roman Jones, programmatore insoddisfatto che sogna di produrre t-shirt con i disegni da lui realizzati, il 9 agosto 2014 compirà quarant’anni. Non ha legami stabili né li ha mai cercati; l’unico punto di riferimento per lui è l’amico Santo, negoziante di chincaglierie, che lo prende in giro chiamandolo «Bridget».

È parcheggiato in un’esistenza che gli è estranea. Unica sua certezza: la fobia del dentista che si trasforma in vero panico mentre attende il suo turno nella sala d’attesa del suo dentista storico. Distratto dalla vibrazione del suo cellulare legge l’sms anonimo che gli è giunto: “Lontano dagli occhi, lontano dal cuore… ma non dal mio”. Inizia così una caccia all’autore che lo condurrà a scoprire realmente chi sono le persone che lo circondano e quali sono i sentimenti che provano nei suoi confronti. Come dice Santo: «Cara la mia Bridget non perdere tempo dietro un sms, non ti condurrà da nessuna parte, se non lontano da chi ci tiene veramente a te». Come risponde sempre Roman: “Vaffankulo Bridget Jones”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...