Alessio Viola, “Ti strappo e ti getto in pasto ai cani”

Dopo il noir Dove comincia la notte, tradotto in Francia, torna l’autore barese
Mercoledì 22 aprile, ore 19. Nello spazio live della libreria Ubik
L’autore Alessio Viola presenta Ti strappo e ti getto in pasto ai cani (Caratterimobili)

unnamed locandina viola

Una storia positiva, due narrazioni speculari e più angolazioni per inquadrare, esorcizzare e mettere fuori gioco il più brutto dei mali. Si può fare, si fa, lo ha fatto Alessio Viola, scrittore nativo di Troia ma barese d’adozione, città nella quale ha ambientato anche il suo precedente romanzo noir, Dove comincia la notte (Rizzoli), di recente tradotto in Francia e nel 2013 presentato nello spazio live di Piazza U. Giordano.

Mercoledì 22 aprile, alle ore 19, Alessio Viola torna alla libreria Ubik di Foggia con un lavoro diverso, ma altrettanto significativo dal punto di vista della narrazione e della profondità di contenuti: Ti strappo e ti getto in pasto ai cani (Caratterimobili, 2015). Un romanzo sulla peggiore delle malattie che si affida all’amore e alla narrazione, alla potenza del racconto, per esorcizzare anche l’inferno – e, magari, per fuoriuscirvi immune. A presentare l’autore, il giornalista Loris Catriota Scanderbergh.

Ti strappo e ti getto in pasto ai cani (Caratterimobili, 2015). Un uomo con il cancro alla prostata e cinque donne sue ex compagne. Due narrazioni che si intrecciano nella cronaca di un cancro reale, maledettamente vicino, e nel racconto-esorcismo di un funerale immaginario e lontano. Una storia del vivere e del morire, fatta di ricordi, gioventù, amori, viaggi, gelosie; e sullo sfondo i colori della Puglia, del suo mare, della campagna, dei tramonti.

Quello che Alessio Viola sembra dirci è che il cancro si combatte così, oltre che con le medicine e i medici: parlandone, familiarizzandoci, trattandolo come un ospite sgradito di cui è meglio liberarsi il prima possibile, e tenendo a distanza la depressione e tanta inutile retorica. Il cancro è una malattia, non una condanna a morte. Una fottuta, schifosa, dolorosa malattia che si può combattere.

Alessio Viola. Nato a Troia, laureato in filosofia, ha lavorato in molti ambiti. È stato il fondatore (con altri) della Taverna del Maltese, storica realtà della scena underground della città di Bari. Ha collaborato con «la Repubblica Bari», ed è editorialista del «Corriere del Mezzogiorno». Ha pubblicato numerosi libri. Dove comincia la notte, romanzo noir ottimamente recensito e di recente tradotto in Francia, è stato pubblicato da Rizzoli nel 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...