Gigliola Alvisi racconta Ilaria Alpi

La ragazza che voleva raccontare l’inferno, in un libro per ragazzi
Che c’è di più importante della libertà di poter credere in un mondo migliore?
Martedì 6 maggio, ore 19. La nota autrice di narrativa per ragazzi in libreria
Appello ad educatori, insegnanti, genitori e ragazzi: è un incontro significativo

ilaria alpi copertina

Il coraggio. La speranza. La verità. E la voglia di un mondo migliore. Sono questi i temi affrontati nel suo ultimo libro dalla brava scrittrice Rizzoli, Gigliola Alvisi. Con un linguaggio adatto ai ragazzi e di grande forza espressiva, l’autrice racconta una delle vicende più fosche della storia italiana e, al tempo stesso, la tragedia umana del popolo somalo annichilito da una devastante guerra civile. Ilaria Alpi – La ragazza che voleva raccontare l’inferno, può dare un contributo significativo alla formazione dei ragazzi nella fascia d’età tra i 9 e i 15 anni. Per queste ragioni riteniamo l’incontro con l’autrice particolarmente importante sia per i ragazzi sia per genitori, insegnanti e quanti in vario modo sono impegnati direttamente nel prezioso e complesso compito di educatori. Martedì 6 maggio, alle ore 19, Gigliola Alvisi sarà a disposizione dei lettori, risponderà a tutte le domande, gli stimoli e i suggerimenti che arriveranno dal pubblico (giovane e meno giovane).

Ilaria Alpi. La ragazza che voleva raccontare l’inferno (Rizzoli, 2013; collana: Narrativa Ragazzi; euro 10,50; 154 pagine). Ilaria Alpi era una reporter della Rai. È stata uccisa in Somalia nel 1994 insieme al cameraman Miran Hrovatin. Aveva trentadue anni. Quando è morta stava indagando su un traffico di armi e rifiuti tossici tra la Somalia e l’Europa. Lo faceva per conto suo, quando non doveva seguire gli sviluppi della guerra. Questo libro racconta di lei, di Miran Hrovatin, e di una ragazzina somala di nome Jamila, che è immaginaria ma potrebbe benissimo essere vissuta davvero. Questo libro parla di coraggio e di speranza, e di tutti quelli che si battono per avere un mondo migliore a costo della vita.

Gigliola Alvisi. Vive a Padova con il marito e due figli. Oltre a scrivere libri per ragazzi, lavora in una gioielleria e organizza corsi di scrittura nelle scuole. Nel 2011 ha vinto il Premio Selezione Bancarellino.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...