Feedback, Medina Reyes

Dalla libreria Ubik di Foggia 
sabato 24 agosto 2013
Un breve video dell’incontro con l’autore colombiano


Il “lupus”, la malattia che ha dato ispirazione al suo ultimo romanzo, al centro di questo breve stralcio video nel quale lo scrittore di Cartagena de Indias presenta il suo ultimo lavoro edito da Feltrinelli. Il momento riguarda la presentazione dello scorso sabato 24 agosto, dal piano vendita della libreria Ubik di Foggia. Efraim Medina Reyes racconta la propria infanzia, dalla quale ha cavato, anni dopo, il personaggio principale del suo ottimo Quello che ancora non sai del Pesce Ghiaccio.


Cuore nobile, personalità pura, grande generosità. Medina Reyes è il ragazzaccio della letteratura colombiana che non t’aspetti: autore del provocatorio (e amatissimo, ormai di culto) romanzo C’era una volta l’amore ma ho dovuto ammazzarlo, ma anche uomo in grado di riannodare il filo della propria esistenza artistica e umana, senza lesinare emozioni forti al cospetto del pubblico foggiano. Durante l’incontro in libreria, in un piano vendita della Ubik piuttosto gremito (grande il coinvolgimento del pubblico), lo scrittore di Cartagena ha raccontato il suo incontro con la letteratura e con l’Italia: due facce di un’unica medaglia che risponde al nome di Cesare Pavese. Il mestiere di vivere (grande romanzo dell’autore torinese) è stato, difatti, il grimaldello che permesso a Medina Reyes, per sua sentita ammissione, di fare i conti con gli incubi di una depressione giovanile che sembrava averlo attanagliato. Da lì, la “fiducia” riposta nel Belpaese, tanto da indurlo a vivere con due piedi in due continenti: il suo Sud America e l’adottiva Italia (com’è noto, risiede infatti tra Cartagena e Vicenza). 

La presentazione con lo scrittore colombiano, pertanto, a detta di molti lettori presenti durante l’incontro, è stata anche per questo motivo tra le più toccanti di sempre. Non resta, dunque, che leggere i suoi libri, opportunamente autografati da Medina Reyes e disponibili in libreria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...