Gaetano Cappeli torna in libreria

A soli venti giorni dalla sua uscita, il nuovo libro dell’autore di Parenti lontani
Romanzo irresistibile della mia vita vera. Il nuovo, attesissimo, Gaetano Cappelli
Mercoledì 24 ottobre, ore 18.30. L’autore lucano torna alla Ubik di Foggia
Il Philip Roth italiano ritrova i suoi lettori, e viceversa, per un incontro aperto.



 

Eccolo lo scrittore talmente fuori dal coro da perdere il Nobel pur ampiamente meritandoselo. “Ecce homo”, verrebbe da dire. O, con meno sacralità, “Ecce Gaetano Cappelli”, o meglio il mirabolante protagonista immortalato a pagina 26 della sua nuova, attesissima fatica letteraria, ad appena venti giorni dalla sua uscita nazionale. 
Mercoledì 24 ottobre, alle ore 18.30, l’autore lucano torna alla Ubik di Foggia per presentare il suo Romanzo irresistibile della mia vita vera, con inequivocabile sottotitolo: raccontata fin quasi negli ultimi e più straordinari sviluppo (Marsilio). 
Gaetano Cappelli ritrova il suo pubblico, questa volta invitato a prendere parte in forma diretta alla conversazione con lo scrittore: chi lo vorrà infatti, potrà accomodarsi anche a partita in corso attorno al Philip Roth italiano, come ama definirlo sulle pagine del Corriere Antonio D’Orrico, istigandolo alla pubblica abiura di quanto inscenato in quest’ultima, brillante commedia … All’Italiana? No, affatto. Piuttosto, alla Gaetano Cappelli. Ad introdurre l’incontro, Michele Trecca.

Romanzo irresistibile della mia vita vera raccontata fin quasi negli ultimi e più straordinari sviluppi (Marsilio, 3 ottobre 2012; collana: Farfalle; pagine 240; € 16). Ma può una donna amata in una lontanissima estate della giovinezza e mai più rivista, sconvolgere ancora, dopo più di trent’anni, l’esistenza di un uomo? È quanto accade a Giulio Guasso. Per lei, come in un romanzo di Fitzgerald, Giulio è divenuto scrittore e se non ne ha mai avuto il coraggio ci penserà il destino, attraverso le sue imperscrutabili trame, a farli rincontrare come, del resto, era già accaduto la prima volta. Messo al mondo per far da erede al sublime Arturo Benedetti Michelangeli – che lo chiede apparendo in sogno alla mamma – il giovane Giulio si ridurrà invece a insegnare pianoforte nei paesi dispersi tra le cupe foreste di un Sud selvaggio e incontaminato. Ma sarà proprio la madre di uno dei suoi allievi a mettere in moto la ruota del fato, procacciandogli l’incarico di pianista in un grande albergo di Ravello.

Gaetano Cappelli.
Nativo di Potenza, scrittore di culto nel suo genere, ha pubblicato un numero elevatissimo di racconti in alcune delle più apprezzate antologie italiane (tra cui Italiana per Mondadori, Panta di Bompiani e Sud Disertori di Einaudi). È autore, tra i tanti, dei romanzi Febbre (Mondadori, 1989), Mestieri sentimentali (Frassinelli, 1991), I due fratelli (De Agostini, 1994), Volare basso (Frassinelli, 1994), Errori (Mondadori, 1996), Parenti Lontani (Mondadori 2000 e Marsilio 2008, vincitore nello stesso anno del Premio internazionale John Fante), Il primo (Marsilio, 2005), Storia controversa dell’inarrestabile fortuna del Vino Aglianico (Marsilio, 2007), La vedova, il santo e il segreto del Pacchero estremo (Marsilio 2008, vincitore del Premio Hemingway nel 2009)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...