Proposte di lettura

Tentazione, di Székely. L’ultimo della Nobel Toni Morrison
L’uomo sbagliato della Arosio, i libri di Roald Dahl e della casa Uovonero.
A settembre, ricominciamo col piede giusto. 
Leggendo, leggendo e leggendo.

L’uomo Sbagliato
Erica Arosio
(La tartaruga)

Quale donna può dire di non essersi mai innamorata nella sua vita dell’uomo sbagliato? Si può definire un uomo “sbagliato”? Per tante ragioni, per poche, chi lo sa, ma è certo che nella vita di ogni donna c’è e ci sarà sempre un uomo – ed insieme una storia d’amore – tanto sbagliato quanto appassionante e irresistibile. L’uomo sbagliato di Erica Arosio, giornalista milanese, appassionata di viaggi, cinema e canzoni racconta di Riccardo e Francesca e del percorso che li porta a perdersi l’uno nelle braccia dell’altra in un crescendo di passioni ora dolorose, ora struggenti, accompagnate da una colonna sonora che arricchisce questo romanzo che a tre settimane dall’uscita aveva già raggiunto la terza edizione (recensione inviata dalla lettrice Enza Moscaritolo).




A casa
Toni Morrison
(Frassinelli)
Frank Money sta tornando a casa. È scappato da un manicomio, in tasca ha solo una medaglia al valore militare e non ricorda quasi nulla. Alle volte vede tutto in bianco e nero, perde i colori, e teme che sia un problema della vista – ma per fortuna è “solo” pazzo. O forse, ha qualcosa dentro, qualcosa che ha a che fare con il suo ritorno. Da dove viene Frank?… “Oh, questa è bella. Corea, Kentucky, San Diego, Seattle, Georgia. Nomina un posto a caso, io vengo da lì”. La premio Nobel Toni Morrison torna a raccontare la sua gente, gli afroamericani, il sud degli States. Il razzismo, gli anni ’50, i sogni e gli incubi di un Paese in costante epopea.  
 

Tentazione 
Jonas Székely 
(Adelphi)
Tentazione è uno di quei romanzi che ti cambia. Ti lascia sprofondare nella dura e polverosa campagna dell’Ungheria di inizio Novecento e ti porta dritto agli anni Trenta. Il comunismo e gli altri, l’ondata di antisemitismo, l’Europa che vacilla sotto i colpi dei totalitarismi. È in questa cornice che vive Bela (o Székely?) protagonista di quello che può essere definito, senza correre il rischio di essere smentiti, come un capolavoro infinito, e purtroppo semisconosciuto, della letteratura del XX secolo.
 

Il Mistero del London Eye
Dowd Siobhan
(Uovonero)

Recensione di Dario, 9 anni                          

Questo è il libro che mi è piaciuto di più quest’estate è perché è un giallo e a me piacciono molto i misteri, il finale è stato una sorpresa ,io pensavo che il ragazzo fosse stato rapito, invece voleva solo restare con i suoi amici.  È stato bello anche perché Ted pur avendo dei problemi ragionava meglio degli adulti.                                                     

Nota del libraio: forse senza saperlo, il piccolo Dario ha scelto il libro che ha vinto il Premio Andersen 2012 come miglior libro oltre i 12 anni, che parla della malattia di Asperger senza mai parlarne. Questo il biglietto da visita della casa editrice: “vogliamo dare a bambini che di solito hanno difficoltà (per autismo, dislessia, ritardo cognitivo, o stranieri) la possibilità di entrare in libreria e prendere un libro”.

Roald Dahl
Il tempo si è fatto già uggioso, ma la scuola non è ancora cominciata, perciò piccoli lettori approfittate di questi ultimi pomeriggi liberi dai compiti a casa, per fare amicizia con lo scrittore inglese Roald Dahl. In che modo? Passando in libreria a scegliere uno dei suoi libri! Proprio questa settimana, il 13 settembre, ricorre il suo compleanno e festeggiarlo è quasi un dovere per chi ama la lettura. Lasciatevi affascinare pagina dopo pagina da una magia calata nella vita di tutti i giorni, senza bisogno di fughe fantastiche in luoghi ultramondani, Roald Dahl ci regala momenti divertenti e poetici in cui i piccoli protagonisti si riscattano da adulti assenti e antagonisti troppo cattivi, con l’aiuto di personaggi surreali e imprevedibili come Willy Wonka della “Fabbrica di cioccolato”, oppure dolci e giovani insegnanti come  Miss Honey di “Matilda”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...