Inospitale terra promessa, Morteza L. Nezami

Organizzato da SpazioBaol, Comune di Foggia, libreria Ubik e FrontieraTV
L’odissea dei migranti, Morteza Latifi Nezami
Venerdì 30 marzo, ore 18, libreria Ubik di Foggia..
Torna Questioni Meridionali-BookZone, secondo appuntamento
L’autore iraniano presenta Inospitale terra promessa.

Conduce, il giornalista Fulvio Di Giuseppe.

Testimonianze di migranti costretti a fuggire dai loro paesi a causa di guerre, persecuzioni, torture. Storie di chi ha lasciato famiglia, lavoro, affetti, con la speranza di ricominciare a vivere in una terra più accogliente, “dove anche gli animali hanno dei diritti, figuriamoci gli uomini”. Parola di Morteza Latifi Nezami, scrittore iraniano autore del libro Inospitale terra promessa (edizioni la meridiana, 2011), in programma venerdì 30 marzo, ore 18.30, alla libreria Ubik di Foggia. 

L’incontro è inserito nella rassegna BookZone di Questioni Meridionali 2012, manifestazione nata da un’idea di SpazioBaol.com e organizzata insieme con il Comune di Foggia, la libreria Ubik e FrontieraTv. Oltre all’autore, prendono parte all’incontro Reza Rashidi, coordinatore del progetto Racconti di vita, e  Gholam Najafi, protagonista diretto di una delle vicende narrate nel libro. Conduce, il giornalista Fulvio di Giuseppe (Repubblica). Partecipa all’evento, anche Roberto Ruggiero, della onlus foggiana Solidaunia.

Inospitale terra promessa (edizioni la meridiana, 2011; collana: passaggi; pagine 187, € 15,00). Storie di migranti provenienti dal sud del mondo e diretti verso il “continente meraviglioso”. Spaccati di vita di chi ce l’ha fatta, di quanti sono riusciti ad inserirsi a pieno titolo nella società italiana dopo travagliate vicissitudini e viaggi al limite dell’umano, tra clandestinità, violazione dei diritti umani e sofferenza. Il libro di Morteza Latifi Nezami è una rielaborazione in chiave narrativa di alcune storie di vita realmente vissute, il quale affronta una tematica tanto complessa quanto attuale, esito positivo del progetto Racconti di vita ideato da “La Casa della Cultura iraniana onlus”.

Morteza Latifi Nezami. Nato a Tehran (Iran) nel 1943, nel suo Inospitale terra promessa racchiude in forma narrativa le drammatiche testimonianze di rifugiati politici, richiedenti asilo e minori stranieri non accompagnati che aiutano, attraverso la loro lettura, ad approfondire il fenomeno migratorio: la “scelta” di fuga che anima milioni di persone verso ipotetici approdi più sicuri. L’autore iraniano descrive con accurata precisione l’odissea dei migranti, recuperando atmosfere, odori, paesaggi. Oltre a questa pubblicazione italiana, lo scrittore di Tehran ha pubblicato gran parte della sua produzione poetica in un volume in lingua “farsi”. Molti dei suoi componimenti inoltre, sono comparsi nelle riviste letterarie Bukhara, di Tehran, e Rahe Zendeghi, di stanza a Los Angeles.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...